ILLUMINAZIONE BAGNO: 4 CONSIGLI PER FARLO SCIOCCANTE

LUMSTOCK LOGO

BY LUMSTOCK

LUCE UN BAGNO? FACCIAMO A CAPIRE LA SUA ORIGINE

Prima di spiegare 4 pratiche per illuminare un bagno, dobbiamo capire da dove provengono i bagni.

Fin dai tempi dei romani, i bagni hanno rappresentato spazi molto importanti a livello sociale considerati spazi di incontro.

A quel tempo, pochissime persone potevano permettersi di avere un bagno in casa.

Nacquero così i “bagni romani”, dove venivano svolte attività sociali, di ginnastica e ricreative.

L'EVOLUZIONE DEL CONCETTO DEL BAGNO

Oggi ci sono religioni che mantengono ancora le pratiche di purificazione facendo il bagno o la pulizia di una parte del corpo.

Ad esempio, i musulmani hanno una serie di riti noti come abluzioni, che richiedono ai fedeli di seguire un protocollo di purificazione in determinati momenti speciali.

D’altra parte, anche i credenti nell’Induismo hanno pratiche simili.

Nonostante il tempo e le tipologie urbane abbiano portato alla minima espressione il concetto di bagno e quindi il concetto di illuminazione.

Ora il bagno moderno è un piccolo spazio con uno scopo chiaramente razionale. Un bagno è uno spazio semplice e organizzativo.

VIVERE IL BAGNO ILLUMINATO.

Cosa intendiamo con questo? Che quando illumini un bagno lo fai pensando che tutto ciò che accade sia rituale, intimo e basilare e che la luce lo legga.

Ogni movimento nel bagno moderno ha una ragione per essere e ogni movimento ha un’intenzione sostanzialmente necessaria.

Ciò significa che non si va in bagno a dormire o chattare socialmente. Va in bagno per atti specifici … e si rilassa.

para iluminar un baño de forma profesional hay que iluminar el rostro 360grados

COME DOVREBBE ILLUMINARSI UN BAGNO MODERNO?

Prima di inserire il soggetto, è importante scegliere la temperatura di colore dell’illuminazione del proprio spazio.

Vi lasciamo questo link con informazioni: COME SCEGLIERE LA TEMPERATURA DI COLORE PER UNO SPAZIO

Ora, se andiamo nelle cose: come dovrebbe essere illuminato un bagno a livello professionale? Ora, se entriamo nelle cose: come dovrebbe essere illuminato un bagno a livello professionale? Quando siamo dentro un bagno e consideriamo che questo è uno spazio dove c’è un atto collegato al nostro stesso corpo, la luce è necessaria dal punto di vista della “QUANTITÀ DI LUCE”

In altre parole, l’illuminazione del bagno è data soprattutto come una capacità di vedere e percepire noi stessi in quello spazio molto piccolo e concreto.

È qui che quelli di noi che si dedicano all’illuminazione come professione possono dare il nostro più grande contributo facendo del bagno un posto che può essere illuminato artisticamente.

Il vantaggio che abbiamo ora è l’esistenza di LED la cui capacità di integrarsi in qualsiasi superficie attraverso i profili ci consente di giocare con la pratica creativa dell’illuminazione.

UTILIZZA QUESTE 4 PRATICHE DURANTE LA PROGETTAZIONE DELL'ILLUMINAZIONE

PRATICA 1 - ILLUMINA IL VOLTO

Per illuminare un bagno a livello professionale, è necessario iniziare illuminando il viso davanti allo specchio in modo tale che nessuna parte del viso generi ombra.

Quando si illumina un viso troviamo diversi fattori: è una forma convessa con rientranze (occhi) e sporgenze (naso e orecchie) davanti a uno specchio o piano riflettente.

Ciò significa che ogni parte del viso produce ombra e riduce la percezione reale e dettagliata.

Lasciati ispirare negli spogliatoi del teatro quando usano uno specchio circondato da emettitori di luce che bagnano tutti gli angoli di luce del viso.

Ciò significa che in una casa, la luce deve essere riflessa nella maggior parte delle aree che circondano il viso in modo che il percorso della luce possa raggiungerla da tutti gli angoli.

Prestare particolare attenzione con questo emettitore e controllare attentamente la posizione esatta.

Come regola comune, un emettitore separato da 4 “o 10 cm dallo specchio e con un angolo chiuso è posizionato sul soffitto per far rimbalzare la luce dal basso (cioè dal lavandino).

Quindi la tua creatività può ottimizzare l’effetto installando emettitori laterali o assiali

para iluminar un baño no hay que iluminar el water como pieza de museo sino el borde de las piezas

PRATICA 2-LUCE LA DOCCIA / VASCA

Illumina il corpo del soggetto sotto la doccia e non il corpo della doccia (sono due cose molto diverse).

Quando si illumina un bagno, si deve considerare che la doccia è la zona relax per eccellenza, ma non sempre finisce per essere uno spazio confortevole per motivi di dimensioni / spazio.

Il modo migliore per illuminare una doccia grande o piccola in bagno è usare il materiale di cui è fatto (usarlo come uno schermo riflettente).

Utilizza un emettitore di luce a LED impermeabile in grado di irradiare flusso luminoso sul piano verticale che limita la doccia (parete) e si ottiene rimbalzando per illuminare sottilmente e omogeneamente l’intera area.

al iluminar el baño iluminar la ducha y usala como rebotador de luz

PRATICA 3 - ILLUMINARE GLI OGGETTI DI UTILIZZO FREQUENTE

L’illuminazione di oggetti di uso frequente è il modo migliore per realizzare un vero bagno con una moltitudine di funzioni perfettamente separate.

Gli emettitori di luce Spot LED sono meravigliosi per l’illuminazione drammatica di oggetti da bagno: il W.C., il bidet, i portasciugamani e (perché no?) Una collezione di saponi o una scultura nella vasca da bagno….

1.- Il vaso. e bidet quando illuminato in modo tempestivo dovrebbe essere illuminato considerando la posizione delle mani della persona che li utilizza.

Non illuminare mai il centro dell’oggetto. Non ha senso esaltarlo come una scultura.

2.- La vasca da bagno, i portasciugamani o alcuni importanti elementi decorativi incorporati nel bagno devono essere illuminati come se fossero sculture del museo. Usa luce diretta e puntiforme.

PRATICA 4: -UNITA CON LA LUCE TUTTI GLI ELEMENTI

Trasforma l’illuminazione del bagno in un gioco di effetti e sensazioni.

È importante che tutti questi elementi illuminati debbano avere un filo conduttore in modo che il bagno non diventi qualcosa di simile a un serbatoio con doccia e latrina.

Il filo conduttore deve avere la stessa temperatura di colore dell’illuminazione spot.

Nel caso del bagno si consiglia di utilizzare Luz Tibia (tra 4000K e 4300K) e con emettitori con CRI superiore a 90 che ci consentiranno di vedere tutto ciò che accade con il colore reale e saturo di colore.

Oggi ci sono molte risorse per ottenere risultati straordinari con profili in alluminio e strisce LED ad alta efficienza che si adattano a qualsiasi situazione.

CONCLUSIONE:

Di queste 4 pratiche per illuminare un bagno possiamo dire che si tratta di un lavoro tecnico e creativo che può garantire un ambiente magnifico con l’uso corretto della luce.

Architetti e designer negli ultimi 30 anni hanno dato un grande contributo al design del bagno.

Oggi abbiamo bagni open space, bagni che separano il W.C. del resto, lavandini integrati nello spogliatoio o docce esterne riscaldate.

Tuttavia, prevale anche la tipologia base di “illuminazione per garage”.

Cerchiamo di essere creativi quando illuminiamo un bagno e rendiamo questo spazio un luogo magico proprio come i romani! Ricorda che puoi visitare il nostro negozio e acquistare un kit speciale per illuminare il tuo bagno.